Nichiren Shonin   (1222-1282)

Nichiren Shonin è nato il 16 febbraio 1222 nel villaggio di pescatori di Kominato nella provincia di Awa (l'attuale Prefettura di Chiba), in Giappone. Gli fu dato il nome Zen-nichi-maro. Secondo la leggenda, il giorno della sua nascita, fiori di loto bianchi sbocciarono fuori stagione nelle gelide acque della baia.

Nichiren iniziò i suoi studi di buddismo in un tempio vicino, Seichoji, all'età di 11 anni. Entrando nel tempio, pregò di diventare la persona più saggia del Giappone in modo da poter scoprire la vera intenzione degli insegnamenti del Buddha. Voleva sapere perché il popolo del Giappone stava soffrendo e stava subendo morti terribili e voleva sapere quale setta sosteneva il vero insegnamento del Buddha.


All'età di 15 anni Nichiren fu ordinato sacerdote e gli fu dato il nome di Zesho-bo Rencho. Lasciò Seichoji circa un anno dopo per proseguire i suoi studi a Kamakura, la capitale dello shogunato. Ha continuato i suoi studi lì fino all'età di vent’anni. 

Incapace di trovare le risposte che stava cercando a Kamakura, Nichiren lasciò la città e viaggiò a lungo in Giappone visitando tutti i grandi templi del suo tempo per approfondire la sua formazione. I suoi studi lo convinsero che il Sutra del Loto era l'insegnamento preminente del Buddha. All'età di 31 anni, Nichiren tornò a Seichoji. 


Il 28 aprile 1253 Nichiren affrontò il sol levante e cantò Namu Myoho Renge Kyo, iniziando la sua missione per diffondere gli insegnamenti del Sutra del Loto. Si è anche dato il nome Nichiren, che significa "Sun Lotus". Successivamente ha tenuto un sermone ai suoi confratelli monaci su ciò che aveva imparato. Il suo sermone, che criticava il Buddismo della Terra Pura, ha scioccato il suo pubblico. L'amministratore locale ha considerato il sermone blasfemo e ha cercato di arrestare Nichiren. 


Nichiren fuggì a Kamakura e vi stabilì la residenza in una piccola capanna. A Kamakura diffuse gli insegnamenti del Sutra del Loto predicando agli angoli delle strade. Ben presto fu riconosciuto come un grande insegnante e riformatore, dedito ad alleviare le sofferenze della gente comune.


Gli sforzi di Nichiren per promuovere la riforma non solo sono stati ignorati, ma hanno anche suscitato il risentimento dell'establishment buddista e dei membri dello shogunato. La notte del 27 agosto 1260, una folla inferocita bruciò la capanna di Nichiren. Secondo la leggenda, una scimmia bianca avvertì Nichiren del pericolo e lo condusse in salvo lontano da Kamakura.


Quando Nichiren tornò a Kamakura, fu arrestato dallo shogunato. Il 12 maggio 1261 fu esiliato nella penisola di Izu. Con l'aiuto della popolazione locale, riuscì a sopravvivere fino a quando non fu graziato nel 1263 e gli fu permesso di tornare a Kamakura.


Nel 1264 Nichiren tornò ad Awa per visitare sua madre gravemente ammalata. Mentre stava tornando a casa, Nichiren è stato attaccato dalle forze dell'amministratore locale. I sostenitori di Nichiren vennero in suo aiuto e nella battaglia morirono diverse persone. Nichiren ha ricevuto un duro colpo alla testa. Secondo la leggenda, la vita di Nichiren fu salvata quando il suo juzu spaventò il cavallo del suo aggressore.



Di ritorno a Kamakura, Nichiren ha continuato i suoi sforzi per istituire riforme. Il 12 settembre 1271 fu arrestato e portato a morte. Secondo la leggenda, fu salvato dalla morte quando il boia fu spaventato da una misteriosa sfera di luce che volò nel cielo. Invece di essere giustiziato, fu esiliato sull'isola di Sado, un'isola remota nel Mar del Giappone.


I nemici di Nichiren speravano che le dure condizioni dell'isola di Sado lo avrebbero ucciso, ma con l'aiuto della popolazione locale, molti dei quali divennero seguaci, sopravvisse. Durante il suo esilio lì, ha continuato il suo lavoro. Nel 1273, ha inscritto il primo Mandala Gohonzon. Nel marzo 1274 fu graziato e tornò a Kamakura.



Ancora una volta Nichiren cercò di convincere lo shogunato a istituire riforme e ancora una volta fallì. Nel maggio del 1274 lasciò Kamakura e fondò un eremo sul monte. Minobu in quella che oggi è la Prefettura di Yamanashi. Lì si concentrò sulla formazione dei discepoli e sulla scrittura.



Nel settembre del 1282, Nichiren lasciò il monte. Minobu a causa di problemi di salute. Sulla strada per una sorgente termale curativa, è stato costretto a fermarsi a casa di un seguace in quella che ora è Ikegami, nella parte meridionale di Tokyo. Il 13 ottobre 1282 Nichiren vi morì all'età di 60 anni circondato dai suoi discepoli e seguaci laici.