Il Buddhismo e la Nichiren Shu :

Il Buddismo è l'insegnamento universale di illuminazione alla vera natura della vita basato sulla legge di causa ed effetto (Karma). Karma significa semplicemente che i fenomeni appaiono e scompaiono come risultato di cause e condizioni. Ciò significa che ciò che siamo oggi è il risultato di ciò che abbiamo pensato e fatto in passato e ciò che facciamo in futuro è il risultato di ciò che pensiamo e facciamo nel presente. A causa dell'ignoranza del Karma, le persone si intrappolano in un circolo vizioso di sofferenza, perseguendo obiettivi che non potranno mai portare soddisfazioni durature.


La Nichiren Shu fornisce un percorso che consente a tutte le persone di superare la sofferenza, condurre vite felici e aiutare gli altri a fare lo stesso attraverso la pratica degli insegnamenti essenziali del Buddha Shakyamuni che si trovano nel Sutra del Loto. Secondo  la Nichiren Shū, ci sono cinque tipi di pratiche che si dovrebbero eseguire sulla base del Sutra del Loto, vale a dire:


 

Ricevere e mantenere il Sutra sia mentalmente che fisicamente

Leggere visivamente il Sutra

Recitare il Sutra oralmente

Spiegare il Sutra agli altri

Copiare il Sutra come un atto di preghiera


 

La pratica principale nella Nichiren Shū è recitare l’Odaimoku di fronte ad un oggetto di devozione. La pratica secondaria è recitare il Capitolo 2 (Mezzi utili) e il Capitolo 16 (Durata della vita di colui che viene) del Sutra del Loto, o qualsiasi altro capitolo del Sutra del Loto o del Sutra completo. La Nichiren Shū considera l'Odaimoku (il mantra Namu Myōhō Renge Kyō) e il mandala o Gohonzon come il vertice del Dharma, ma non ignora le altre pratiche buddiste.  Forme di meditazione silenziosa (shōdai-gyō), copia artistica dell'Odaimoku (shakyō) e lo studio di concetti buddisti fondamentali come le Quattro Nobili Verità, il Triplice Addestramento, il Nobile Ottuplice Sentiero e il Rifugio sono usati come pratiche di supporto a Nichiren Shū .

L'Oggetto di Culto

La Nichiren Shū emette Gohonzon calligrafici destinati ai suoi membri, ma statue esposte in una certa maniera possono anche essere usate per rappresentare il Gohonzon. Nella Nichiren Shū può essere usato come Gohonzon: 


-Una statua del Buddha Shakyamuni come il Buddha Eterno, a volte fiancheggiata dai Quattro Bodhisattva della Terra.

-Uno stupa con inciso Namu-myōhō-renge-kyō, affiancato dai Buddha Shakyamuni e dal Buddha Prabhutaratna.

-Una singola iscrizione dell'Odaimoku (Ippen Shudai).

-Lo Shutei Gohonzon inscritto da Nichiren.


Tutti i ministri Nichiren Shū completamente ordinati sono in grado di iscrivere e consacrare mandala, ma in pratica pochi lo fanno. Di solito conferiscono una copia di un mandala con iscrizione di Nichiren, chiamato Shutei Gohonzon,  ai loro membri.


Ricorrenze osservate dalla Nichiren Shū:


15 febbraio Nirvana Day. Anniversario della morte del Buddha Shakyamuni

16 febbraio - Compleanno di Nichiren

21 marzo - Festival dell'equinozio di Higan

8 aprile - Compleanno del Buddha.

13-15 luglio e agosto - Festival degli antenati di Urabon

13 ottobre - Anniversario della morte di Nichiren. (Oeshiki)

8 dicembre - Festa dell’Illuminazione 



Templi di Nichiren Shū di importanza storica


Hokekyo-ji, tempio che custodisce l'originale del Rissho Ankoku Ron, uno degli scritti più importanti di Nichiren.

Ikegami Honmon-ji, fondata nel luogo in cui Nichiren è passato e cremato.

Kuon-ji, fondata da Nichiren

Kyōnin-ji, segna il sito in cui Nichiren fu attaccato nell'anno 1281.

Ryūkō-ji, segna il sito in cui Nichiren doveva essere giustiziato.

Seichō-ji, originariamente un tempio del Tendai-shū e in seguito Shingon-shū, il tempio fu convertito in un tempio del Nichiren-shū nel 1949 poiché svolgeva un ruolo importante nel Buddismo Nichiren.

Tanjō-ji, vicino al sito della casa dei genitori di Nichiren (il sito originale è sotto il livello del mare oggi).